interventi di ristrutturazione
interventi di ristrutturazione

Quali sono gli interventi di ristrutturazione che costano di più?

Se stai pensando di comprare casa, una delle prime considerazioni sulle quali soffermarsi è se acquistare un immobile nuovo o uno da ristrutturare. Non è detto che acquistare un nuovo immobile costi di più di un immobile già di qualche anno perchè nel secondo caso devi tenere ben presente che ci saranno delle spese legate ai lavori di ristrutturazione.

Tipologie di lavori di ristrutturazione

I lavori di ristrutturazione di una casa sono di diverso tipo. A seconda della funzione che rivestono possono essere divisi in:

- Interventi estetici. Alcuni di questi servono ad apportare delle modifiche all’aspetto estetico dell’abitazione e sono dettati da un’esigenza personale e dai gusti di chi compra l’immobile, corrispondono a modifiche nella disposizione delle stanze, ampliamenti e finiture.
- Migliorie energetiche. Altri servono ad apportare migliorie e confort, come gli interventi di risparmio energetico e di isolamento termico.
- Interventi obbligatori. Lavori che sono da fare perchè la struttura è fatiscente e necessita di essere ristrutturata profondamente.
- Altri ancora, invece, sono interventi obbligatori per legge. Se decidi di acquistare una casa già di qualche anno, dovrai accertarti che gli impianti esistenti siano conformi alla normativa vigente. Nel caso non lo fossero, è necessario provvedere a renderli tali.
- Interventi strutturali. Infine, ci sono quei lavori che intervengono sulla struttura dell’abitazione per renderla più robusta e sicura di fronte ad eventi naturali come sismi e alluvioni.

I costi degli interventi di ristrutturazione

Prima di decidere se acquistare un immobile da ristrutturare, è giusto fare due calcoli su quanto andrai a spendere per metterlo a nuovo. Considera, in tal senso, che gli interventi più cari sono quelli che modificano la struttura dell’abitazione e quelli per la messa a norma degli impianti:

- Rifacimento tetto;
- Ristrutturazione facciata esterna;
- Rifacimento pavimenti e pareti;
- Ampliamento abitazione;
- Messa a norma impianti.

Anche gli interventi legati al comfort ambientale hanno un impatto non indifferente sulle spese:

- Aggiunta cappotto termico;
- Istallazione impianto fotovoltaico;
- Istallazione serramenti che non disperdono il calore.

A livello di impegno economico, le finiture sono le spese meno incisive. Ti conviene, quindi, valutare dapprima gli interventi obbligatori per legge e quelli strutturali per garantire la messa in sicurezza dell’immobile. Separatamente, poi, aggiungi i costi per le migliorie e le modifiche di finitura.

Le agevolazioni fiscali per le ristrutturazioni

Al piacere di potersi costruire una casa su misura, si aggiungono le agevolazioni fiscali previste dalla Legge di Stabilità 2014 per quanto riguarda le ristrutturazioni e gli interventi di risparmio energetico delle abitazioni.

Se stai ristrutturando un immobile, fino al 31 dicembre 2014, puoi usufruire di una detrazione Irpef maggiorata. È possibile, infatti, detrarre il 50% delle spese di ristrutturazione dal proprio imponibile Irpef, fino ad un tetto massimo di 96.000 € da ammortizzare su 10 anni. Per gli interventi di riqualificazione energetica, invece, è prevista una detrazione del 65%, con un tetto massimo di 100.000 per i lavori su edifici già esistenti.

Scegliere di acquistare un immobile da ristrutturare deve essere sicuramente una scelta attenta e ponderata, che deve prendere in considerazione anche una parte di imprevisti che possono sorgere durante le opere di intervento sull'edificio.

Detto questo, una casa da ristrutturare consente di godere di molti vantaggi e avere più possibilità di creare la propria abitazione secondo i gusti e le esigenze personali.


Blueconsultants.it è un blog italiano gratuito, REGISTRATI GRATUITAMENTE!