piscine interrate
piscine interrate

Piscine interrate: beni di lusso per soli ricchi?

La piscina interrata: un bene di lusso alla portata di pochi? Ormai non più. Se venti o trenta anni fa quando si parlava di piscine private, la mente correva subito a qualche lussuosa villa, oggi, sempre più abitanti di case, residence e condomini decidono di istallare la piscina all’interno del loro immobile.

Vista la crisi e il momento di forte recessione come spiegare una simile tendenza? La piscina è diventata un bene democratico dunque? A quanto pare si! Come confermano anche alcuni addetti ai lavori, acquistare una piscina interrata è molto meno oneroso di quanto si pensi. Ovviamente, poi, la differenza la fanno gli accessori, un po’ come succede per le automobili. Così a seconda di quello che vuoi aggiungerci, della forma, della dimensione e dei materiali che vuoi utilizzare ecco che il prezzo lievita.

Quanto costa una piscina standard?

Prendiamo, ad esempio, una buona piscina “a skimmer”, così chiamata per i bocchettoni o “skimmer” che filtrano l’acqua. Si tratta di un modello standard, tra i più comuni e diffusi oggi. Consideriamo una di forma rettangolare e dimensioni medie (20x5 metri), il costo del prodotto finito, montato e istallato è equivalente a quello di una buona monovolume. A questo si devono aggiungere un minimo di spese di manutenzione all’anno.

Se, invece, la piscina è destinata ad un condominio la spesa può salire. Questo a causa delle regole più restrittive sugli impianti di filtraggio e controllo acqua riservati a piscina ad uso collettivo. In questo caso, però, il costo va suddiviso tra tutti i condomini, il che porta la spesa di ciascuna parte ad abbassarsi in modo notevole.

Infine, per chi volesse risparmiare ulteriormente, ci sono i nuovi kit con pezzi prefabbricati pronti da assemblare. Qui il costo si abbatte drasticamente. Per fare un paragone, un kit può costare quanto un’auto nuova di piccola cilindrata. Trattandosi, però, di piscine interrate, il cliente si deve occupare non soltanto di montare i vari pezzi ma anche di provvedere ai lavori più delicati quali scavi, fondi di calcestruzzo, impianti di filtrazione. Quest’ultima opzione si consiglia solo a persone davvero esperte di lavori edili o che comunque hanno una buona esperienza con attività affini.

I fattori che fanno aumentare il prezzo di una piscina

Il prezzo di una piscina può variare molto a seconda di alcune scelte fatte al momento dell’ordine:

• Il modello: “a skimmer” o a sfioro. Parlando di piscine interrate si può scegliere tra modello a skimmer o a sfioro. Il secondo costa un 60% in più rispetto al primo.
• I materiali: la gamma di materiali tra cui scegliere è molto vasta, dal cemento o acciaio per la struttura, alle piastrelle, pvc, vernici, per il rivestimento.
• Gli accessori: scale d’accesso vasca, zona solarium, illuminazione dell’acqua sono tutti elementi che fanno oscillare il prezzo finale della piscina.

Dopo aver letto questo articolo, stai già pensando di prendere una piscina?

Allora sappi che, una bella vasca interrata oltre a regalarti momenti di relax e divertimento con i tuoi cari, aggiungerà valore al tuo immobile.


Blueconsultants.it è un blog italiano gratuito, REGISTRATI GRATUITAMENTE!