manutenzione di uno stabile
manutenzione di uno stabile

Cause principali che richiedono la manutenzione di uno stabile

Per quanto gli immobili siano beni durevoli e resistenti nel tempo, anch’essi richiedono manutenzioni costanti. Possono essere operazioni di gestione ordinaria, che devono essere svolte ciclicamente, ogni anno o ogni mese, oppure possono essere lavori straordinari, interventi eseguiti una volta e basta.

La manutenzione di uno stabile è un’operazione delicata e costosa, che richiede professionalità e competenza. Serve qualcuno in grado di diagnosticare il problema, riconoscere la causa e porvi rimedio con un intervento ad hoc.

Le cause principali che richiedono la manutenzione di un immobile È comunque utile conoscere le cause principali per cui uno stabile può subire danni e necessitare di manutenzione. In questo modo, è possibile prevenirle o almeno capire di cosa si sta parlando quando si richiede l’intervento di professionisti.

Logoramento dello stabile. Le cause che possono portare ad un logoramento o un deperimento di un immobile sono soprattutto il tempo, i gas emessi dai riscaldamenti e dalle auto, gli agenti atmosferici.
Infiltrazione d’acqua. L’acqua è forse uno degli agenti più pericolosi per la salute e la sicurezza di uno stabile. Le infiltrazioni d’acqua possono rovinare intere pareti e causare danni veramente ingenti. Risanare muri, pavimenti, rifare impianti e tubature sono alcuni dei lavori che possono essere richiesti a causa di un’infiltrazione.
Danni causati dalle intemperie. Gli agenti atmosferici quali grandine, piogge e temporali, gelo e neve, possono a lungo andare danneggiare un immobile, soprattutto nel tetto che rimane la parte più esposta.
Danni causati dall’umidità. L’umidità è nemica di tutto ciò che è salubre, di solito è dovuta a mancanza di traspirazione e provoca l’insorgere di muffe e funghi.
Danni causati dall’inquinamento. I gas di scarico delle automobili e dei riscaldamenti o dei condizionatori non solo inquinano, ma rilasciano agenti chimici capaci d’intaccare i materiali di cui sono rivestiti gli immobili, annerendoli, ma anche corrodendoli.
Problemi relativi alla dispersione di calore. Se troppo vecchi o logori infissi, serramenti, ma anche vetri e pareti possono non essere in grado di trattenere il calore nella maniera adeguata. Nuove tecniche di costruzione e l’impego di materiali all’avanguardia permettono un migliore isolamento e un notevole risparmio di energia.
Sfregio delle facciate. Non solo inquinamento e agenti atmosferici, ma anche l’uomo può intervenire causando danni, ad esempio imbrattando i muri. Atti vandalici sono all’ordine del giorno soprattutto nelle grandi città e il lavaggio delle facciate e una delle operazioni più richieste.

I tipi d’interventi più richiesti

Le tipologie di intervento sono tante e tutte specifiche, ecco le principali:

• Ristrutturazione della facciata esterna,
• Rifacimento del tetto e del sottotetto,
• Sostituzione e cambio di alcune parti dell’edificio,
• Tinteggiatura di balconi e altri elementi dello stabile,
• Rifacimento pavimentazioni.

Visto la delicatezza e la portata di ciascuno di questi lavori è importante rivolgersi a qualcuno di professionale e affidabile che possa seguirvi nelle vostre richieste e sia in grado di portare a termine l’intervento con efficacia e in modo impeccabile. Un lavoro fatto male può causare più danni di quelli che c’erano in precedenza, senza contare lo spreco di soldi e denaro.


Blueconsultants.it è un blog italiano gratuito, REGISTRATI GRATUITAMENTE!