borsa italiana
borsa italiana

La ricchezza in oro dello stato italiano

L'Italia, nella classifica delle riserve auree mondiali, è al quarto posto, così dopo gli Stati Uniti e la Germania si piazza la borsa italiana con riserve auree per un valore maggiore di 72 miliardi di euro circa (secondo i prezzi di mercato attuali). Questa somma corrisponde alla quantità di tonnellate d'oro. Mentre l'Eurozona ha riserve maggiori degli Stati Uniti d'America. Nella classifica il Fondo Monetario Internazionale detiene il terzo posto, l'FMI è istituito soprattutto per provvedere a vicende contingenti improvvise.

In certi casi può provvedere a vendere oro o a riceverlo come pagamento dai paesi aderenti. E' tuttavia un fatto raro la vendita da parte del FMI. Frequentemente sentiamo parlare dei prestiti fatti da un paese ad un altro,per esempio come 2 miliardi di marchi richiesti dall'Italia in prestito alla Germania, quando in Italia c'era la crisi petrolifera degli anni '70. La garanzia del pegno fu registrato con il controvalore in lingotti d'oro. Sapevate che alcuni paesi stanno incrementando le riserve auree? La Turchia è al primo posto con 118,8 tonnellate d’oro acquistate durante il 2012, in conseguenza della decisione di accettare il metallo giallo come garanzia delle riserve delle banche commerciali.

Le riserve aurifere del Paese ammontano a 314 tonnellate (16esimo posto nella classifica generale), che rappresentato il 14,8% delle riserve totali. La Russia si posiziona al secondo posto con 54,9 tonnellate (18,6 nel mese di luglio). La Russia possiede 937,8 tonnellate di riserve d’oro (settimo posto), il 9,9% delle riserve estere. Nelle Filippine le riserve d’oro ammontano a 194,6 tonnellate (22esimo posto), che incidono per il 13,2% su quelle totali. Il Brasile ha riserve aurifere del Paese che ammontano a 67,2 tonnellate, solo l’1% di quelle estere. Al quinto posto l'incremento del Kazahkstan in totale detiene 111,5 tonnellate (32esimo posto). L'Iraq, economia devastata dalle guerre sorprende consegnando una cifra complessiva a 31,1 tonnellate (il 2,5% delle riserve totali). Il Messico è in posizione 7, sono 124,7 tonnellate (il 4,1% del totale).

La Corea incrementa le riserve aurifere totali finoquota 70,4 tonnellate (l’1,2% di quelle estere). Importante al nono posto, indovinate chi c'è? Paraguay. Gli acquisti d’oro effettuati dalla banca centrale fatti in un’unica occasione portando le riserve aurifere a 8,2 tonnellate (9,4% delle riserve estere). Guardate chi è l'ultima degna di nota,per quanto riguarda l'incremento, quindi l'acquisto, di riserve auree? L'Ucraina. Con acquisti per 7,3 tonnellate detiene riserve aurifere per 35,1 tonnellate (il 7,3% del totale). La riserva di ricchezza di uno stato fornisce informazioni sulla condizione di benessere dei cittadini di un paese, ma se questa esaurisce? La classifica generale delle riserve aurifere mondiali riguarda la quantità di oro che ogni paese ha accumulato specialmente nel periodo degli anni '50 e 60' del Novecento.

Da allora qualcosa è cambiato. Le riserve aurifere possono essere vendute dallo Stato? Sì. Intanto si vendono le riserve aurifere italiane. Un decreto legge vuole modificare l'assetto dei proprietari della Banca d'Italia,controllata da alcuni cartelli finanziari operanti nel paese. Mentre paesi come la Germania e la Russia premono per l'istituzione di un nuovo Gold Standard, con opinioni contrastanti in merito. Cosa succede alla ricchezza degli Stati, si sta svalutando?


Blueconsultants.it è un blog italiano gratuito, REGISTRATI GRATUITAMENTE!