Antifurto casa wireless: evoluzione tecnologica e sicurezza

Un sistema antifurto è un qualsiasi dispositivo o metodo utilizzato per prevenire o scoraggiare l'appropriazione non autorizzata di oggetti considerati di valore e l'intrusione di estranei nella proprietà privata. Dall'invenzione della prima chiave all'introduzione della tecnologia RFID (Radio-Frequency IDentification, in italiano identificazione a radiofrequenza) e della recentissima identificazione biometrica, i sistemi antifurto si sono evoluti, tanto da abbinare la garanzia e la sicurezza, alla qualità e convenienza. Ovviamente, dipende dalle proprie esigenze personali, dal budget a disposizione, dallo spazio da proteggere e da quale livello di protezione si ha realmente bisogno.

Cosa è un sistema di sicurezza?

La definizione più semplice di qualsiasi sistema di sicurezza si trova nella garanzia della sua funzione primaria ed è, letteralmente, un mezzo o un metodo con cui viene garantita l'incolumità delle proprietà private. In questo caso, si può parlare di sistemi di sicurezza domestica e/o di magazzini industriali, di automobili, di cantieri di demolizione, di centri logistici, di strutture private ed edifici pubblici, e così via, che rappresentano obiettivi principali per potenziali ladri e, appunto, conseguenti furti. Fondamentalmente questi sistemi sono costituiti da reti di dispositivi elettronici integrati ad un pannello di controllo centrale.

Un tipico antifurto casa wireless, comprende:

  • Un pannello di controllo, controller primario del sistema di sicurezza domestico

  • Sensori di porte e finestre

  • Sensori di movimento per interni ed esterni

  • Telecamere di sicurezza cablate o wireless

  • Una sirena di allarme

Come funziona un antifurto casa wireless?

Un sistema di sicurezza domestico hanno come obiettivo principale il valido concetto di assicurare i vari punti di ingresso di un'abitazione con sensori che comunicano con un pannello di controllo centrale, installato in una posizione comoda nella propria casa.

I sensori, generalmente, sono posizionati su porte di accesso e su finestre facilmente accessibili, in particolare quelle che si aprono con facilità e, soprattutto, quelle a piano terra; anche, gli spazi aperti all'interno delle abitazioni, possono essere protetti con i sensori di movimento.

Il pannello di controllo è il cuore dei sistemi di sicurezza, comunica con ogni componente installato, fa scattare l'allarme quando una zona della casa viene violata e, può anche comunicare telefonicamente.

Generalmente, quelli di nuova generazione, sono costituiti da un touchpad per una facile programmazione ed interazione, dove vengono inseriti i codici di accesso per inserire e disinserire il sistema d'allarme; inoltre, possono essere in grado di attivarsi con comandi vocali e comandi a distanza senza fili, tramite l'ausilio di comodi telecomandi.

I sensori di porte e finestre sono composti di due parti, installate l'una adiacente all'altra: per esempio, una parte del dispositivo è installata sulla porta o sulla finestra e l'altra sul telaio della porta o sul davanzale quindi, quando una porta o una finestra viene chiusa o aperta, le due parti del sensore si uniscono, creando un circuito di sicurezza.

Quando il sistema di sicurezza è inserito sul pannello di controllo, i sensori comunicano con esso riportando costanti analisi di sicurezza delle aree; nel caso di una porta o di una finestra monitorata, che improvvisamente vengono aperte, il circuito di sicurezza e il pannello di controllo interpretano questo episodio, come una violazione di una zona protetta.

Nella maggior parte degli antifurti casa wireless, quando scatta l'allarme di sicurezza, l'allerta viene eseguita tramite una sirena o un segnalatore acustico ad alta frequenza di decibel.

I sensori di movimento, definiti anche con il nome di PIR o rilevatori di movimento, sono componenti di sicurezza che proteggono uno spazio, tramite barriere invisibili, che fanno scattare l'allarme ogni volta che il sensore rileva un movimento. Questi sono in genere utilizzati per proteggere i locali con oggetti di valore o le zone meno frequentate delle case più grandi.

Gli antifurto casa wireless, sono sistemi di sicurezza progettati per eseguire alcuni compiti nel momento in cui una zona protetta viene violata.

Alcuni sistemi sono professionalmente monitorati da una società di sicurezza, che viene allertata in caso d'allarme imminente; oltre alla sirena o segnali acustici ad alta frequenza decibel, la società di monitoraggio è avvisata, anche, tramite linea telefonica: un addetto alla sicurezza provvederà al controllo della zona.

Antifurto casa wireless dotato di monitoraggio remoto

Le telecamere di sorveglianza sono disponibili in modalità d'uso sia wired e wireless, e possono essere utilizzate in molti modi diversi, come parte integrante di un sistema di sicurezza globale ed efficiente.

Gli usi tipici includono il monitoraggio di zone lontane o fuori dalla portata dell'abitazione della proprietà o punti di ingresso, sia esterni che interni, come garage e porte anteriori.

Le telecamere di sorveglianza possono essere comandate da remoto su computer, smartphone e tablet e spesso vengono utilizzate con questa metodologia, quando i proprietari dell'abitazione sono fuori città; inoltre, vengono usate, anche, per registrare eventuali violazioni di sicurezza, tramite filmati archiviati per un determinato tempo.

La sicurezza di un antifurto casa wireless

In generale, i concetti di sicurezza per strutture private, commerciali ed industriali, tendono a concentrarsi principalmente sulla tutela degli edifici e sulla protezione del loro contenuto; per cui, l'applicazione di misure di sicurezza fisiche, spesso, in combinazione con sistemi di allarme antintrusione e di un antifurto casa wireless, sono ben noti e comunemente utilizzati, dai proprietari delle suddette strutture.

A seconda ovviamente, delle dimensioni delle strutture e dell'importanza della merce, in esse contenute, gli antifurti casa wireless e di protezione antifurto, possono non essere sufficienti, infatti, alcuni aspetti di mercato sono legati, anche, a disposizioni di legge e regolamenti personalizzati che possono offrire una protezione molto più completa.

Le strategie e i sistemi senza fili, per garantire un funzionamento continuo e sicuro per le attività di strutture private e le merci immagazzinate in esse, per gli impianti di produzione all'aperto

o per infrastrutture sensibili, diventano bersaglio sicuro, se terzi non autorizzati riescono ad accedervi inosservati; così, come per i processi operativi e i macchinari sempre più innovativi, che divengono sempre più interdipendenti, la minima intrusione può causare una notevole perdita economica.


Blueconsultants.it è un blog italiano gratuito, REGISTRATI GRATUITAMENTE!