Guarnizioni in gomma
Guarnizioni in gomma

Guarnizioni in gomma

L’oleodinamica racchiude una serie di principi sui quali si basano la maggior parte dei meccanismi che Regolano il funzionamento della produzione industriale. In particolare l’oleodinamica fa parte della fluidodinamica e si occupa di studiare l’energia che viene prodotta da un fluido messo sotto pressione e che la stessa energia venga poi impiegata durante tutte le fasi di produzione industriale.

Questo concetto si avvicina molto a quello che viene affermato all’interno della Legge di Pascal ovvero che se un barile che contiene dell’acqua è sottoposto a pressione o ad una forza, lo stesso barile esplode. Lo stesso principio viene sfruttato in oleodinamica: la forza conseguente alla pressione a cui è sottoposto il liquido viene utilizzata per la produzione di energia e a seconda della quantità di forza c’è una diversa produzione di energia. La trasformazione avviene grazie al sistema oleodinamico che è dotato di una serie di componenti che sono necessari per il suo buon funzionamento.

Parliamo di cilindri, circuiti, pompe, centraline, attuatori. La combinazione di tutti questi pezzi assicura il buon funzionamento di tutto il sistema oleodinamico. Un Ruolo importante viene svolto dalle guarnizioni in gommache riescono a tenere unite ogni parte dell’intero sistema e, cosa più importante, hanno la funziona di non far trafilare i fluidi tra le varie congiunzioni metalliche. Ogni guarnizione in gomma utilizzata nei sistemi oleodinamici è realizzata con del materiale in gomma che riesce a resistere alle alte temperature e a continue pressioni assicurando sempre due proprietà fondamentali: resistenza e performance.

Ma quali sono le guarnizioni in gomma più utilizzate? Vediamo insieme quali sono quelle che rivestono un ruolo primario:

Tenute Stelo: si tratta di guarnizioni che aiutano a prevenire la fuoriuscita di liquido oleodinamico dal cilindro che dall’interno va verso l’esterno. Questo tipo di guarnizione in gomma deve essere particolarmente resistente non solo alla forte pressione ma anche alle alte temperature per assicurare il suo corretto funzionamento. Inoltre le tenute a stelo devono essere facilmente installabili e con un basso livello di fizione.

Anelli raschiatori: questo tipo di guarnizione in gomma serve principalmente per prevenire ed evitare che Piccole particelle di polvere, sporcizia, umidità possano entrare all’interno del sistema oleodinamico e provocare danni all’interno del circuito stesso. In commercio si possono trovare una vasta varietà di anelli raschiatori basta scegliere quello che più si adatta alle proprie esigenze.

Tenute O-ring : come indica lo stesso nome sono delle guarnizioni in gomma a forma di anello che servono per lo più a funzionare come sigillo o guarnizioni tra due o più componenti metalliche che sono presenti nel circuito oleodinamico.

Tenute X-ring : si differenziano dalle altre guarnizioni in gomma prima di tutto per la loro forma ad X, e da qui il nome. Poi garantiscono una tenuta, un’usura e una compressione minore e allo stesso tempo si ha una minore dispersione di energia.

Tenute per Pistone : sono le guarnizioni in gomma che vengono utilizzate per evitare che all’interno del sistema oleodinamico si sviluppi una pressione e allo stesso tempo possa fuoriuscire del fluido dalla testa del cilindro.


Blueconsultants.it è un blog italiano gratuito, REGISTRATI GRATUITAMENTE!