antifurto casa wireless
antifurto casa wireless

Come proteggere la casa dai ladri

Se hai deciso di mettere in sicurezza la tua abitazione è importante equipaggiarla con un efficace antifurto casa. Solo in questo modo, infatti, potrai tutelarla al meglio, anche quando sei fuori città. Tuttavia anche la sottoscrizione di una polizza casa contro il furto può essere importante per metterti al riparo da una eventuale sottrazione di beni da parte dei malintenzionati. Se vuoi ottenere maggiori ragguagli circa il miglior antifurto casa presente sul mercato, ti consigliamo di proseguire la lettura del testo.

Installa un antifurto casa wireless

Il primo luogo ti consigliamo di acquistare e di installare un efficace antifurto casa di ultima generazione. Potresti optare, ad esempio, per un allarme antintrusione di tipo wireless (sena fili), il quale, senza necessità di effettuare opere murarie invasive, ti consente la migliore protezione possibile. Questo tipo di antifurto, che si basa sulla tecnologia a onde radio (in particolare sulle bande di frequenza 433 MHz e 868 MHz), rileva ogni eventuale intrusione all’interno di un determinato ambiente e, in seguito, avverte rapidamente e in maniera del tutto sicura i numeri telefonici (forze dell’ordine, sistema di vigilanza privata, parenti, amici, ecc.) che hai inserito in fase di installazione, al fine di consentire un loro intervento immediato.

L’antifurto casa wireless, lo ricordiamo, è costituito da 3 elementi essenziali:

1 - la centralina d’allarme: si tratta del cervello del sistema d’allarme, in quanto essa è deputata a ricevere i segnali dei sensori e da essa, inoltre, vengono attivati i gli attuatori, qualora sia stata rilevata una intrusione;

2 - i sensori o rilevatori: hanno il compito di rilevare la presenza dei ladri all’interno della casa o nelle aree a essa circostanti;

3 - gli attuatori o segnalatori di allarme: si distinguono in dispositivi acustici (come le sirene) e in lampeggiatori. Va detto, inoltre, che gli attuatori sono anche associati a un combinatore telefonico che provvede a inoltrare un messaggio di allarme preregistrato ai numeri prescelti in fase di installazione.

Per quanto concerne poi il tipo di alimentazione necessario, ricordiamo cli gli antifurti wireless necessitano di batterie a lunga durata (fino a 2 anni), che vanno monitorate periodicamente al fine di verificarne il livello di carica.

Per gli altri dispositivi collegati all’allarme centrale (si pensi, ad esempio, alle telecamere a circuito chiuso o ai sensori di movimento) è possibile optare per una soluzione green: sarà sufficiente, infatti, integrare il sistema con un pannello fotovoltaico.

Sottoscrivi una polizza contro il furto nelle abitazioni

Oltre al montaggio di un antifurto casa è anche opportuno che tu provveda a sottoscrivere una polizza assicurativa ad hoc.

Questa garanzia ti protegge contro il furto o la rapina all’interno della tua abitazione e nelle aree a essa attigue (garage, cantina, solaio, ecc.).

Inoltre, qualora i malintenzionati durante la loro azione criminosa, abbiano cagionati danni alla tua abitazione o ai beni in essa contenuti, la polizza ti rimborserà le spese di riparazione.

Maggiori informazioni sul sito: www.antifurtocasa.biz


Blueconsultants.it è un blog italiano gratuito, REGISTRATI GRATUITAMENTE!