impianto idrico
impianto idrico

Realizzare un impianto idrico: come fare

Volendo realizzare un impianto idrico per la propria casa a Torino (per esempio) è praticamente d’obbligo chiamare un idraulico, meglio se a Torino, per fare tale lavoro. Per quanto una persona abbia una certa manualità o sia portato all’edilizia, certi lavori è decisamente meglio farli fare ad un professionista che conosca il proprio lavoro, per evitare conseguenze poco piacevoli in futuro. Certo che se si ha la fortuna di avere un idraulico come amico la cosa potrebbe risultare più agevole,  probabilmente almeno sotto l’aspetto finanziario.

Resta comunque da dire che la realizzazione di un impianto idrico non può essere fatta con al stessa facilità che potrebbe essere propria di altre operazioni edili, ci sono delle precise normative a cui adeguarsi e seguire, anche nel caso in cui tale impianto debba essere solo modificato. Non importa se questo lavoro deve essere fatto in una abitazione privata o in qualche esercizio commerciale, ci si trovi a Torino come a Palermo o ad Aosta, tali normative dovrebbero essere valide per tutti.

Tali normative servono a regolamentare questo lavoro a tutela dei privati e di tutti coloro che sono coinvolti in tali operazioni. La ditta (o la persona) che effettuerà tale lavoro dovrà rilasciare delle dichiarazioni di conformità a queste normative, che se poi risultanti scorrette potranno portare a conseguenze. Sicuramente non è piacevole avere un impianto idrico che il giorno seguente alla sua creazione porti a gravi perdite d’acqua in tutto l’abitato e dintorni, in tal caso la ditta che ha eseguito i lavori non avrebbe certo un futuro radioso, e non solo sotto l’aspetto lavorativo. Queste dichiarazioni comunque oltre all’affermare che il lavoro lo ha svolto un idraulico di Torino o di altre città debitamente abilitato, con anni di esperienza e coi dettagli del lavoro, vincolano la responsabilità di tali lavori a costui per un periodo di anni.

La responsabilità del lavoro da parte dell’idraulico

Non è che solo l’idraulico stesso abbia la responsabilità di questa opera edile e idraulica, pure chi ha commissionato il lavoro a costui ha una parte di responsabilità, (torniamo al discorso di non fare questo lavoro in prima persona) infatti chi commissiona il lavoro deve sempre obbligatoriamente far fare il lavoro a ditte qualificate, di sicuro non a dilettanti. Pertanto a livello legale, divide almeno parte della responsabilità con l’idraulico di Torino (ad esempio). Oltre a questo ha la sua responsabilità principale dell’usare correttamente l’impianto idrico creato dall’impresa, ditta o singolo nella sua abitazione o sede, il che dovrebbe essere abbastanza normale, ma non si sa mai (d’altra parte come si dovrebbe usare un impianto idrico se non  per necessita igieniche e/o culinarie?).


Blueconsultants.it è un blog italiano gratuito, REGISTRATI GRATUITAMENTE!