Vendita Farmaci On line
Vendita Farmaci On line

Vendita Farmaci On line: da Luglio è possibile acquistare i farmaci da banco

Le farmacie on line sono una realtà ormai anche in Italia: da luglio del 2015 sarà possibile acquistare alcune classi di farmaci su Internet. In particolare la vendita riguarda solo i farmaci da banco (di automedicazione) per il cui acquisto non è necessario richiedere una ricetta al medico di base, e può essere praticata esclusivamente da parte di parafarmacie e farmacie che risultano fisicamente presenti in Italia. La legge che concretizza questo cambiamento, che rappresenta una piccola grande rivoluzione per il nostro Paese, non fa altro che recepire una direttiva europea in materia, la numero 62 del 2011.

I rivenditori autorizzati, al fine di farsi riconoscere in maniera adeguata dai consumatori e dai clienti, sul proprio sito web saranno tenuti a esporre un logo ufficiale, concesso dalla Comunità Europea: gli internauti che faranno clic sul logo vedranno aprirsi una pagina creata dal Ministero della Salute in cui saranno elencate tutte le parafarmacie e tutte le farmacie on line che operano legalmente e sono abilitate alla vendita di farmaci attraverso il web. In questo modo, tutti gli acquisti potranno essere effettuati con la massima sicurezza, senza rischi né pericoli, perché sarà possibile verificare se i negozi online sono registrati presso il Ministero. 

Quali farmaci è possibile acquistare online?

Dal mese di luglio, quindi, lo scenario cambierà, e cambierà senza dubbio in meglio: attualmente, infatti, la vendita dei farmaci online non è ancora permessa, e l'unica opportunità per gli internauti è quella di compiere acquisti da siti stranieri. Il problema, però, è che a volte tali siti nascondono farmacie che non sono tali, e dunque poco affidabili, con rischi per la salute di chi assume quei medicinali che sono facilmente immaginabili. Con l'istituzione ufficiale della vendita di farmaci attraverso la Rete anche nel nostro Paese, tutto muta, a favore di una maggiore sicurezza per i consumatori.

Un altro problema a cui si pone rimedio con questa novità, per esempio, è quello della contraffazione dei medicinali: nel momento in cui non si è a conoscenza della provenienza dei farmaci che si comprano, infatti, non si possono avere certezze a proposito della loro autenticità, poiché vengono a mancare le minime verifiche di qualità e, più in generale, tutti i processi connessi alla vendita di un medicinale. Rivolgendosi a strutture non certificate, insomma, si rischia di avere a che fare con prodotti che sono diluiti con sostanze non pure, o con prodotti che contengono quantità inferiori rispetto a quelle dichiarate del principio attivo, e così via.

Anche in questa circostanza, non è difficile immaginare quali sono gli effetti collaterali che si potrebbero scatenare. Per tutte queste ragioni, l'istituzione e l'entrata in vigore della vendita on line di farmaci non possono che rappresentare una bella notizia per chiunque, dai consumatori ai farmacisti, passando per i rivenditori: per tutti, una ulteriore garanzia di sicurezza e, quindi, di qualità dei prodotti venduti.


Blueconsultants.it è un blog italiano gratuito, REGISTRATI GRATUITAMENTE!