inalatore termale
inalatore termale

Rinite vasomotoria e l’inalatore termale

La rinite vasomotoria è una patologia molto simile alla rinite allergica, che a differenza di quest’ultima può scaturire a causa di stimoli non specifici. Negli individui affetti da questa patologia i riflessi vasomotori nasali si presentano particolarmente accentuati, pertanto, anche senza stimoli esterni, si verifica una reazione simile a quella allergica, per cui si starnutisce e si soffre di abbondante secrezione nasale e naso chiuso.

A differenza della rinite allergica, le crisi di questa particolare patologia non hanno tempistiche definite, la durata può ovvero variare da minuti a ore e presentarsi con una frequenza indefinita. In genere è proprio la mancata correlazione tra la crisi e qualsiasi fattore allergico (confermato da prove cliniche) a consentirne la diagnosi.

In base alle indicazioni del proprio medico, si può ricorrere a terapie antistaminiche, cortisoniche o di altro tipo. Le cure però non paiono risolutive. In questi casi allora è forse utile provare anche le cure termali, a cui è possibile fare ricorso nell’ambiente domestico tramite un’inalatore termale fornito di acque sulfuree e salsobromoiodiche o acque bicarbonatosolfate.

Questo elettromedicale può venire acquistato o noleggiato in farmacie e negozi sanitari, l’importante è che sia un apparecchio di qualità. L’inalatore termale Flaem, con i suoi materiali atossici, la semplicità di utilizzo, l’idoneità al trasporto è l’apparecchio ideale per questo tipo di terapia.


Blueconsultants.it è un blog italiano gratuito, REGISTRATI GRATUITAMENTE!