cucina elbana
cucina elbana

Scoprire i sapori della cucina elbana

Trascorrere una vacanza all’Isola d’Elba non significa solo concedersi un soggiorno tra natura incontaminata, paesaggi magnifici e storia senza tempo, ma anche venire a conoscenza di antiche tradizioni, di sapori e costumi che si sono tramandati nel tempo. Ovviamente oltre a tutto ciò all’Elba troverete anche una perfetta organizzazione turistica. La quale annovera non solo ottime strutture ricettive ma anche una buona rete di collegamenti grazie all’ampia disponibilità di traghetti Isola d’Elba. Detto questo oggi vogliamo parlarvi più nel dettaglio della cucina elbana, cercando di svelarne le origini e i piatti forti.

Alle spalle della tradizione gastronomica dell’Elba c’è un ricchissimo patrimonio fatto di commistioni di usi e tradizioni diverse; nella cucina elbana si possono riscontrare in maniera evidente le caratteristiche della cucina toscana, ma anche influenze di altri popoli come i liguri, i maremmani, addirittura i francesi, gli spagnoli, i corsi e gli ebrei. Se si volesse definire con pochi aggettivi la cucina elbana si dovrebbe dire che si tratta di una gastronomia povera, nella quale qualunque influsso culinario è stato reinterpretato alla luce della frugalità, della semplicità, della leggerezza e di un attento utilizzo delle erbe aromatiche. Sono proprio queste ultime, insieme alle erbe di campo selvatiche, a ricoprire un ruolo fondamentale all’interno della gastronomia dell’isola, così come le preparazioni lunghe e complesse come quelle che permettono di preparare piatti sublimi come lo stoccafisso alla riese, una pietanza davvero eccezionale preparata con stoccafisso, acciughe, cipolle, pomodorini, prezzemolo, basilico, peperoni, olive nere, pinoli e capperi.

Prendendo in considerazione la cucina dell’Elba nella sua totalità ci si rende immediatamente conto che si tratta di una gastronomia basata soprattutto sui prodotti del mare; è proprio il pesce uno dei grandi protagonisti dei piatti elbani, ricette nelle quali molto spesso si può notare anche una forte influenza orientale. Tra i piatti tipici del territorio elbano bisogna in primo luogo ricordare la schiaccia briaca, che raccoglie in se ingredienti tipici della cucina orientale, la sburrita, il gurguglione e lo stoccafisso, pietanze che sono entrate a far parte della tradizione culinaria dell’isola grazie agli spagnoli. Molto antica è poi la tradizione che consente di preparare le imbollite, una specie di focaccine preparate con fichi grasselli, che sono un prodotto tipico di queste zone.

Da assaggiare assolutamente è poi la sportella, una specie di pane agli anaci che in passato veniva preparato durante il periodo pasquale come buon augurio per una stagione di piena fertilità. La grande abbondanza e ricchezza di pesce ha ovviamente favorito l’elaborazione di pietanze “di mare”, tra le quali è impossibile non ricordare il polpo lesso, che qui all’Elba si mangia “alla forchetta”, la zuppa di favolli, i totani, le seppie, e le tante minestre di pesci di scoglio, preparate anche con l’utilizzo di bietole e altri vegetali. Ma la cucina elbana non è solo pesce; ottimi anche i dolci tra i quali ricordiamo il corollo e la schiacciata, preparata con lo strutto di maiale e solitamente servita con un ottimo bicchiere di moscato.


Blueconsultants.it è un blog italiano gratuito, REGISTRATI GRATUITAMENTE!