Sigaretta elettronica
Sigaretta elettronica

Sigaretta elettronica, funziona davvero?

La risposta, a detta dei suoi tanti utilizzatori, sembrerebbe essere “si”.

È il tema del momento, un argomento che incuriosisce, affascina ma crea anche diffidenza. L'obiettivo di smettere di fumare sembra essersi fatto nuovamente possibile grazie all'invenzione della sigaretta elettronica, un apparecchio che riproduce fedelmente il fumo canonico ma sembra fare meno male.

Come funziona il dispositivo? Il meccanismo che lo anima è praticamente lo stesso di una comune macchina per l'aerosol: un liquido viene riscaldato sino a vaporizzarsi, producendo del vapore (in questo caso aromatico), che ricorda molto il fumo della sigaretta, ma non è altrettanto tossico.

Questi liquidi sono in realtà miscele di glicole propilenico, acqua, aromi alimentari, glicerina vegetale e nicotina in percentuali variabili (può anche essere assente del tutto).

Esiste in commercio una grande varietà di liquidi, che si differenziano tra loro sia per il “sapore” dato dall'aroma alimentare (si va dai sapori che riproducono fedelmente le tipologie di tabacco in commercio ai gusti “dolci” e fruttati come cioccolato, liquirizia, mela verde, vaniglia e cocco, fragola o coca cola, o ancora agli aromi salati come acciughe o aglio) sia per il quantitativo di nicotina presente.

L'idea è proprio quella di eliminare gradualmente il quantitativo di nicotina assunto dall'organismo (che, come si sa, crea dipendenza), riducendolo gradualmente grazie ai dosaggi di questi liquidi.

L'efficacia della sigaretta elettronica

Dal numero in costante crescita di negozi specializzati, catene di franchising, attività di vendita all'ingrosso di sigarette elettroniche e rivenditori on-line, si direbbe che questi prodotti convincono e aiutano un numero sempre maggiore di persone a smettere di fumare, o quantomeno a ridurre considerevolmente il numero di sigarette o sigari consumati nell'arco della giornata.

Sebbene non ci siano ancora dati scientifici ufficiali che evidenzino l'azione della sigaretta elettronica sull'organismo (dunque non c'è la certezza assoluta sul fatto che non faccia male), è evidente come l'uso di questo dispositivo svolga comunque un'azione efficace sul fumatore e soprattutto limiti l'assunzione di quelle sostanze velenose rilasciate dalla combustione delle sigarette, che sono il vero problema del consumo di tabacco tradizionale.

I media attualmente sembrano essere divisi sull'argomento, infatti c'è chi lancia allarmi sulla possibile tossicità dei dispositivi per il fumo elettronico, chi invece ne esalta le doti.

La verità non sarà completamente chiara prima di qualche anno, ma per farsi un'idea è sufficiente raccogliere informazioni a riguardo consultando fonti diverse tra loro, soprattutto sul web, tenendo in grande considerazione i feedback di chi usa già da tempo le e-cigarettes (ci sono moltissimi siti web e forum specializzati sull'argomento).

Il web pullula di utenti che possono testimoniare con la propria esperienza diretta come, sebbene le sigarette elettroniche siano strumenti nuovi e dunque ancora poco conosciuti e studiati, è praticamente impossibile che possano nuocere quanto o più delle sigarette normali, svolgendo dunque un'azione senz'altro positiva. A questo punto tocca solo capire quanto.


Blueconsultants.it è un blog italiano gratuito, REGISTRATI GRATUITAMENTE!